Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Cairo: Natale blindato per Copti

Edizione del: 9 gennaio 2014

I Copti Ortodossi egiziani hanno festeggiato il Natale, martedì scorso, fra la speranza “di una nuova vita” data dalla nascita di Gesù e la paura di attacchi da parte degli Estremisti Islamici.

Migliaia di persone hanno partecipato alla tradizionale Veglia nella Cattedrale di Abasseya (Il Cairo), presieduta dal Patriarca Tawadros II.

Dopo gli scontri fra Polizia e Fratelli Musulmani costati la vita a 13 persone e l’arresto di alcuni terroristi che stavano preparando un serie di attacchi contro le chiese Cristiane, l’Esercito ha aumentato le misure di sicurezza rispetto agli scorsi anni.

Al Cairo le strade intorno agli edifici religiosi sono chiuse e la Polizia controlla l’afflusso di fedeli con posti di blocco e metal detector.

Secondo molti fedeli l’impegno delle Autorità per la sicurezza dei Cristiani ha creato un clima diverso rispetto agli anni passati.

La calma vigile del Cairo nel resto del Paese è però oscurata da alcuni attacchi contro i Cristiani nell’Alto Egitto.

A Ezbet Treks, nella provincia di Qena (Alto Egitto), un gruppo di Estremisti ha lanciato pietre contro le case Copti e bruciato uno dei loro negozi.

A scatenare l’assalto è stata una controversia sull’affitto di un locale.

Mons. Kyrillos, Vescovo di Nag Hammadi sottolinea che le forze di sicurezza sono riuscite a contenere le tensioni e il Commissario di Polizia Nag Hammadi Mahmoud Moawad ha convocato una riunione con i Musulmani del villaggio, per raccogliere informazioni sui fatti e arrestare i colpevoli.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login