Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Bologna: ex Suora si incatena

Edizione del: 10 aprile 2013

In carrozzella si è simbolicamente “incatenata”, alle transenne davanti alla Basilica di San Petronio, nel centro di Bologna chiedendo un intervento di Papa Francesco e dei Vertici Ecclesiastici, perché “xacciata ingiustamente dalla Chiesa”.

Protagonista della singolare protesta è Carmela Lo Cantore, 78 anni, ai tempi Suor Albina di Gesù Ostia, ex Monaca di Clausura del Convento delle Carmelitane di Camerino espulsa dall’Ordine insieme alla Consorella Teresa Izzi, 83 anni, non presente fisicamente, ma solo con una foto impressa sopra un manifesto, perché ammalata.

La vicenda risale al 2005 quando le due Monache, rispettivamente Priora e Tesoriera del Convento, furono espulse e ridotte allo stato laicale.

Fu allontanato dal Monastero anche Pierpaolo Melchionda di fatto il factotum e il custode della struttura.

I tre vennero accusati di appropriazione indebita.

Poi, come continuano a rivendicare in diverse piazze italiane “dopo anni di udienze e sofferenze, siamo usciti puliti. Abbiamo subito tre processi penali ed uno civile e siamo sempre stati assolti”.

La loro storia, riassunta in una nota distribuita ai passanti, è spiegata anche su un blog.

Ora, dopo le assoluzioni, le Suore e l’ex custode chiedono scuse pubbliche e un risarcimento per quanto subito nel corso degli anni.

“Papa Francesco – si leggeva sul manifesto esibito in Piazza – basta persecuzioni, basta vili silenzi, basta omertà! Intervenga!”.

You must be logged in to post a comment Login