Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Bergoglio salvò gente da Dittatura

Edizione del: 8 settembre 2013

Nello Scavo nel suo libro “La lista di Bergoglio. I salvati da Papa Francesco. Le storie mai raccontate”,  che uscirà a ottobre, racconta l’azione del futuro Papa a favore delle vittime della dittatura dei Generali in Argentina.

Scavo scrive che “Padre Jorge Bergoglio riuscì a costruire una rete clandestina, in modo da salvaguardare i perseguitati e favorire il successo delle fughe”, creando una specie di lista come quella più famosa di Schinder List, che salvò diversi Ebrei dai Nazisti.

“In realtà quasi nessuno degli appartenenti al ‘sistema Bergoglio’ sapeva di esserne parte, ciascuno faceva un singolo preciso favore al capo dei Gesuiti argentini: chi procurava un posto letto per qualche notte, chi un passaggio in macchina, chi metteva una buona parola con i Funzionari Consolari europei. Un’Organizzazione per compartimenti stagni; l’unico modo perché il rischio fosse minimo e le informazioni circolassero il meno possibile”.

Tra i tandi documenti anche l’interrogatorio all’Arcivescovo di Buenos Aires, Cardinale Bergoglio, l’8 novembre 2010, quando venne ascoltato dai Magistrati che indagavano sulla violazione dei diritti umani durante la Dittatura.

Furono 3 ore e 50 minuti di domande serrate alle quali il Porporato rispose puntualmente ricostruendo la sua azione in quegli anni.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login