Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Beatificato Tommaso da Olera

Edizione del: 23 settembre 2013

Fede, carità, umiltà, povertà sono i tratti caratteristici della figura di Tommaso da Olera, umile Frate Cappuccino, Beatificato sabato scorso dal  Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, nella Cattedrale di Bergamo,  in rappresentanza di Papa Francesco

Nato nel 1563 in un piccolo paese della Val Seriana, Tommaso da Olera, al secolo Acerbis, “Religioso questuante, apostolo senza stola, predicatore instancabile del Vangelo, ma anche Consigliere di Potenti e di Sovrani, tra loro Paride Lodron, Principe di Salisburgo, di Ferdinando II, Imperatore d’Austria, dell’Arciduca Leopoldo v, del Duca Massimiliano I di Baviera, è stato – ha ricordato il Cardinale – costruttore di chiese e Monasteri, benefattore di contadini e minatori, anticipatore del dogma dell’Immacolata e dell’Assunta, precursore della devozione al Sacro Cuore, apostolo della Controriforma, uomo ammirato per la sua umiltà, povertà e Santità in Italia e in Austria”.

Il nuovo Beato, ha aggiunto, “può davvero costituire l’ideale sempre attuale del perfetto Religioso, che – come dice il Concilio Vaticano II – è persona di contemplazione e di zelo apostolico”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login