Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Bartali fra i Giusti?

Edizione del: 23 agosto 2013

Il Rabbino di Firenze Joseph Levi, durante le celebrazioni del 69mo anniversario della Liberazione di Firenze, ha detto che “probabilmente ben presto Gino Bartali sarà riconosciuto fra i Giusti delle Nazioni”.

Negli anni 1943-44, durante gli allenamenti tra Toscana, Umbria e Emilia Romagna, Bartali nascondeva nella bici documenti falsi, per salvare la vita agli Ebrei.

“Ci vuole ancora un po’ di tempo – ha spiegato Levi – ma non molto. A breve, l’apposita Commissione dovrebbe comunicare l’esito delle sue indagini e ho modo di sperare che sarà positivo”.

Il riconoscimento di “Giusto fra le Nazioni” viene assegnato da Yad Vashem, il Sacrario della Memoria di Gerusalemme, ai non Ebrei che mettendo a repentaglio la propria vita nella seconda Guerra Mondiale li aiutarono.

Il nome del “Giusto” viene aggiunto a quelli presenti nel Giardino dei Giusti, al Museo Yad Vashem, dove viene piantato un albero per ogni “salvatore”.

Nel 2012 venne riconosciuto “Giusto fra le Nazioni” il “Cardinale della carità”, Elia Angelo Della Costa, Arcivescovo di Firenze, morto nel 1961.

Attualmente i  “Giusti” italiani sono oltre 500.

You must be logged in to post a comment Login