Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Ausiliare D’Ercole: addio all’Aquila

Edizione del: 14 giugno 2013

Il Vescovo Ausiliare dell’Aquila, Monsignor Giovanni D’Ercole, pronto a lasciare la diocesi, interviene sulla nomina del nuovo Arcivescovo dell’Aquila, Giuseppe Petrocchi.

“E’ una persona molto brava e sono contento per L’Aquila. Lo conosco da molto tempo, da quando non era neppure prete, siamo amici”.

In relazione alla sua posizione, D’Ercole, abruzzese della valle Roveto, spiega che è una prassi che l’Ausiliare “non prenda il posto del Titolare, quindi non mi aspettavo di diventare Vescovo dell’Aquila. Sono venuto per spirito di servizio, per aiutare dopo il terremoto”, ha ricordato.

“Il mio augurio è che, con l’arrivo di Monsignor Petrocchi, ci possa essere un nuovo inizio per la diocesi, la comunità dei sacerdoti, la comunità Cristiana e l’intera città, in una rinnovata volontà per superare difficoltà e competizioni e camminare insieme – continua il Prelato, conduttore della trasmissione televisiva Rai ‘Sulla Via di Damasco’, il quale, come Molinari, ammette tensioni in seno a una curia gestita da un Arcivescovo Titolare e da un Ausiliare”.

“Riconosco che ci sono state contrapposizioni – spiega -, ma non ho mai cercato lo scontro, ho sempre tentato di mettere pace, ho sempre lavorato per l’unità, non è stata mai mia intenzione dividere. Ho voluto essere strumento di unità. Il mio sforzo non è stato mai quello di spostare una parte contro l’altra, credo profondamente nella mia Missione”.

l’Ausiliare, che prima di diventare Vescovo lavorava alla Segreteria di Stato Vaticana, è pronto a fare le valige per una nuova destinazione: “Resterò il tempo utile per una nuova destinazione dove sarò felice di svolgere la mia Missione con lo stesso senso di responsabilità e buona volontà che mi hanno animato all’Aquila. Credo – continua – che sarà questione di giorni o mesi, secondo la prassi, anche se non so nulla di ufficiale. Ma sottolineo che non miro certo alla carriera, qualsiasi impegno lo svolgerò con buona volontà, avendo dato alla mia vita un’impostazione legata al servizio”.

Quando andrà via D’Ercole, all’Aquila non sarà nominato un altro Vescovo Ausiliare.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login