Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Assisi: affreschi alla Chiesa Nuova

Edizione del: 6 gennaio 2014

E’ iniziato il cantiere per il ripristino dell’interno della Chiesa Nuova di Assisi, edificata sulla casa paterna del Santo, costruita nel 1615 dai Frati Minori Francescani con il contributo economico di Filippo III Re di Spagna nel 1615.

La chiesa fu interamente affrescata, nelle paraste e nei pennacchi, da immagini che narravano la vita del Poverello di Assisi e riproducevano le figure dei suoi primi compagni nell’avvio del movimento spirituale Francescano.

Nel 1925 una improvvida decisione coprì interamente gli affreschi con un intonaco di finto marmo.

Oggi, grazie al generoso intervento di un noto Imprenditore russo di San Pietroburgo, Sergey Matvienko, sono iniziati i lavori, dopo l’esplicazione di tutte le pratiche burocratiche necessarie, per il recupero dello status quo ante, che si prevede sarà restituito entro il 2014.

Nei giorni scorsi Sergey Matvienko è espressamente volato dalla Russia per assistere ai lavori degli esperti restauratori che, sotto la guida dell’impresa EDILGIRALDI di Vittorio Giraldi, sta eseguendo i lavori.

In assenza del Console della Federazione Russa di Ancona – che si è fortemente speso per la realizzazione del “miracolo” – purtroppo ammalato, l’illustre ospite è stato ricevuto ed accompagnato in visita dal Coordinatore della Segreteria Consolare Renato Barchiesi, da Padre Francesco de Lazzari dell’Ordine Francescano Minore e dal titolare dell’impresa Vittorio Giraldi.

Anche il Sindaco Claudio Ricci ha di recente visitato il cantiere, esprimendo “viva gratitudine a Padre Francesco De Lazzari e alla comunità del Frati Minori, per il progetto di restauro interno e pittorico del monumento”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login