Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Arciv. Tomasi su bambini soldato

Edizione del: 23 settembre 2013

L’Arcivescovo Silvano Maria Tomasi, Rappresentante Permanente della Santa Sede, nel suo intervento all’Onu di Ginevra, ha denunciato che “i bambini soldato continuano a costituire una sfida per la Comunità Internazionale, che ancora sta lottando per proteggerli dall’impatto della violenza”.

Il Presule ha sottolineato, con amarezza, che ancora oggi almeno 250mila bambini combattono in tutto il mondo.

Il Diritto Internazionale, ha poi aggiunto, “offre una protezione particolare ai bambini, ma il divario tra legislazione e attuazione continua ad essere molto grande”.

Del resto, ha detto l’Osservatore Vaticano presso l’Onu di Ginevra, il “legame che esiste tra povertà estrema e privazioni sociali favorisce i conflitti e l’arruolamento” dei bambini nei gruppi armati.

Pertanto, ha aggiunto, “per creare un ambiente protettivo per i bambini sono necessari uno sviluppo economico e sociale, e soprattutto, l’accesso all’istruzione”.

La Comunità Internazionale, è stato il suo monito, “non dovrebbe permettere che le capacità e le energie dei bambini e dei giovani si disperdano nella ricerca di obbiettivi distruttivi”.

Dovrebbe invece assistere queste energie per convogliarle “verso il bene comune e la costruzione di una cultura della pace, del dialogo e della solidarietà”.

Monsignor Tomasi ha infine ribadito l’impegno della Chiesa Cattolica per sostenere i bambini sopravvissuti a tale violenze.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login