Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Arciv. Paglia: divorziati no fuori Chiesa

Edizione del: 12 ottobre 2013

L’Arcivescovo Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia, commentando l’annuncio da parte di Papa Francesco di un nuovo Sinodo sulla Famiglia, ha spiegato che “il Sinodo è una decisione opportuna ed era anche attesa: tante volte Papa Francesco ha detto di voler prestare attenzione al tema della famiglia, le cui difficoltà sono sotto gli occhi di tutti”.

“Tutti sappiamo che quando un Matrimonio si rompe non è una passeggiata, così come conosciamo l’importanza di alcuni legami famigliari ricostruiti e nuovi Matrimoni. Purtroppo ci sono sacerdoti e anche persone comuni che considerano i divorziati in maniera ostile e fredda, questo certamente cambierà. E’ da sconfiggere il pregiudizio per cui i divorziati sono fuori dalla Chiesa, non è vero affatto, prima di tutto perché sono battezzati”.

“Quello dei divorziati e risposati – ha aggiunto Mons. Paglia – così come quello della convivenza, sono temi che il Papa vuole che si affrontino. Dopo il Sinodo del 2014 ci sarà un secondo appuntamento nel 2015 con un gruppo ancor più ampio di Vescovi per prendere decisioni su questo versante”.

In merito al documento della diocesi di Friburgo che ha aperto ai Sacramenti ai divorziati e risposati, l’Arcivescovo Vincenzo Paglia, ha detto che “quando nelle squadre di calcio si compie fuorigioco l’arbitro fischia”, riferendosi alle dichiarazioni ufficiali del Vaticano diffuse da Padre Lombardi della Sala Stampa della Santa Sede.

“Sono problemi molto seri”, ha aggiunto Mons. Paglia che comunque ha precisato di non aver visto il documento.

Nel corso della conferenza stampa, in cui è stata presentata la Plenaria del Dicastero e il Pellegrinaggio delle Famiglie a Roma per l’Anno della Fede, il vice Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Padre Ciro Benedettini, ha ricordato quanto detto nei giorni scorsi da Padre Federico Lombardi sul Documento di Friburgo, e cioè che “l’importante è che la Chiesa si muova insieme” e che “non ci siano fughe in avanti”.

A un’altra domanda sull’affermazione di Papa Francesco, nell’intervista a Civiltà Cattolica, che la Chiesa non deve sempre parlare di aborto o di Matrimonio gay, Mons. Paglia ha risposto che “come Presidente del Pontificio Consiglio non posso che concordare interamente con il Pontefice”.

“Credo che Francesco – ha commentato – stia sottolineando un cammino che dobbiamo intraprendere tutti con grande sapienza, intelligenza, audacia, e stando accanto a lui”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login