Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Arciv. Capovilla su Roncalli Santo

Edizione del: 6 luglio 2013

All’annuncio della prossima Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII, sono risuonate le campane a festa a Sotto il Monte, paese natale di Angelo Roncalli.

Sua Eccellenza Mons. Loris Capovilla, che è stato suo Segretario personale, esprime il proprio sentimento di sorpresa.

“Io non aspettavo questo, così, subito, immediatamente e nel corso dell’Anno della Fede. Il primo sentimento è: bacio la mano di Papa Francesco. E poi in questo momento, con lo spirito, l’animo e la generosità di Papa Giovanni, a chi mi chiede che cosa rimane adesso di Papa Giovanni che chiameremo tra poco San Giovanni XXIII, del suo passaggio quaggiù, io rispondo con tutta tranquillità: Rimane tutto!. Voglio dire – spiega – che la sua fontana continua a dare l’acqua del villaggio, acqua refrigerante del Vangelo. In tutto il mondo ci sono uomini e donne, ecclesiastici e laici, Cristiani e non appartenenti alla Confessione Cristiana, che salutano in Papa Giovanni un benefattore dell’umanità”.

“In questo momento, se mi è concesso, vorrei rivolgermi direttamente al beatissimo Papa Giovanni, appropriandomi del pensiero e delle parole, del calore di fede e di speranza di questo saggio e severo fratello prete”.

“Papa Giovanni -prosegue l’Arcivescovo Capovilla – ha cercato e incontrato, servito ed amato solo Gesù Cristo, e con lui mi sento introdotto nella costellazione del Vero, del Bello e del Bene. A Papa Giovanni dico: continuate a spronare ecclesiastici e laici a essere quali li vuole Gesù, divino fondatore della Chiesa, affinché una Chiesa libera, casta e Cattolica generi figli e figlie che vivano – come voi avete testimoniato – con cuore puro e fuoco ardente di amore. E’ la mia prima, devota, calda reazione a questa grande notizia”.

You must be logged in to post a comment Login