Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Arciv. Bregantini: no licenziamenti ex Cattolica

Edizione del: 22 ottobre 2013

Davanti agli annunciati licenziamenti di ben 45 dipendenti al Centro Sanitario “Giovanni Paolo II” – già dipendente dall’Università Cattolica – l’Arcivescovo di Campobasso Giancarlo Bregantini vuole essere anche fisicamente al fianco dei dipendenti in lotta.

Ed unitamente alla Commissione della Pastorale diocesana della Salute, esprime “tutto il suo rammarico, il suo dolore e la sua costernazione, per la durezza con cui si è proceduto all’attuazione di questo provvedimento estremo”.

In una nota, il Presule afferma in particolare che “un accordo poteva e può essere ancora raggiunto, con condizioni di fiducia reciproca”.

In sostanza, l’Arcivescovo ritiene che “si debba percorrere la strada del contratto di solidarietà, con modalità innovative, che sono state pensate con saggezza dalle parti sindacali”.

“Ci sono spazi ancora aperti – sottolinea – per proposte che vanno ascoltate con maggior dialogo e reciproca fiducia”.

Alla Regione Molise, l’Arcivescovo chiede inoltre “una capacità di elaborare una pista di più sicura armonizzazione delle 2 strutture, l’ospedale Cardarelli e la Fondazione Giovanni Paolo II, come già da tempo auspicato”.

“Occorre anche per questo – spiega Monsignor Bregantini – una decisione più chiara ed una logica più decisa, perché si possa costruire quella Cittadella della Sanità molisana, la cui costituzione è nell’interesse di tutti”.

Alla Direzione della Fondazione, l’Arcivescovo chiede infine di avere “un ascolto maggiore delle esigenze dei lavoratori, di ritirare il provvedimento dei licenziamenti, che produrrà un danno gravissimo all’immagine della Ex-Cattolica così tanto valuta dai Vescovi e sostenuta dalla presenza dello stesso Papa Giovanni Paolo II”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login