Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Arc. Forte: attenzione nuove famiglie

Edizione del: 17 ottobre 2013

L’Arcivescovo della diocesi di Chieti-Vasto, Mons. Bruno Forte, è stato nominato da Papa Francesco Segretario Speciale della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi che si svolgerà  dal 5 al 19 ottobre del 2014 sul tema “Le sfide della famiglia nel contesto dell’Evangelizzazione”.

Per Mons. Forte si tratta di rispondere alle sfide complesse della nostra società ormai villaggio globale mettendo al centro la famiglia e soprattutto ponendo attenzione alle nuove famiglie”.

La scelta fatta sulla sua persona dal Papa, dice, “mi dà tanto conforto, con una certa trepidazione” e soprattutto con un pensiero che “non mi tolga troppo tempo alla cosa che più mi sta a cuore che è quella di servire il mio popolo, di un Vescovo che sta con la sua gente, al servizio della sua gente”.

Forte nel contempo esprime soprattutto “stima e apprezzamento per la scelta del Relatore Generale”, il Cardinale Arcivescovo di Budapest, Peter Erdo, che “conosco da anni e che dà voce alle Chiese dell’est Europa in maniera particolarmente autorevole”.

Per l’Arcivescovo di Chieti-Vasto il tema del Sinodo Straordinario del prossimo anno è di grande attualità per la vita della Chiesa “perché si parla della famiglia e delle sue sfide in positivo e cioè come annunciarne la bellezza, il valore, sia nella fase di preparazione che nel viverla. E dall’altra parte occorre rispondere alle sfide complesse della nostra società, in quello che è ormai un villaggio globale, che noi tutti avvertiamo”.

Il Presule pone attenzione alle nuove famiglie “ovvero quelle divorziate e risposate, le coppie di fatto, sempre più numerose, e che pongono interrogativi cui dobbiamo delle risposte, per una relazione fra persone che non abbiano un legame affettivo dello stesso sesso”.

Per Forte di fronte a questo insieme di problematiche “Papa Francesco mette in atto quella che è scelta fondamentale: la collegialità. L’ascolto delle Chiese e il coinvolgimento più largo possibile dei Pastori di tutto il mondo che si facciano voce del più largo numero di battezzati, di laici, di Religiosi e Religiose. Una metodologia sinodale di collegialità che potrà aiutare su queste questioni vaste e complesse una luce che consenta al Papa di discernere le vie che Dio vuole offrire alla Chiesa per il presente e il futuro”.

L’Arcivescovo ribadisce come questo Sinodo “è sì carico di attese, ma anche carico di speranza e di fiducia in Dio e nella Chiesa, capace di scelte nella collegialità, come popolo in cui ci sono i contributi più vari ma soprattutto di tutti”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login