Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Al via la GMG italo-brasiliana

Edizione del: 27 luglio 2013

La Giornata Mondiale della Gioventù è un evento tanto atteso a cui in tanti si stanno preparando.

Ma l’evento non è solo per quanti partiranno alla volta di Rio: tanti, tantissimi i giovani che, pur desiderando profondamente farsi Pellegrini con Papa Francesco, non potranno essere fisicamente al fianco del Successore di Pietro.

Per tutti questi giovani e per quanti vorranno vivere con profonda partecipazione la GMG brasiliana, il Rinnovamento nello Spirito Santo ha organizzato un “evento nell’evento” a Bagno a Ripoli, FI, dal 26 al 28 luglio prossimi.

In comunione di preghiera e grazie alle moderne tecnologie, sarà possibile vivere il Santo viaggio assieme ai tanti giovani che saranno presenti a Rio.

“Italia chiama Rio” è il nome scelto per le giornate italo-brasiliane, a cui hanno già fatto pervenire la propria iscrizione centinaia di giovani.

“Ci prepariamo a vivere tre giorni di festa, preghiera, gioia, incontri, amicizia, che desideriamo possano fare entrare nel cuore di una nuova generazione di credenti l’invito di Gesù: ‘Andate e fate discepoli tutti i popoli’, tema della GMG 2013 – ha commentato il Coordinatore Nazionale Mario Landi, presente alla conferenza stampa di presentazione dell’evento. Nello stile solidale dell’accoglienza povera e fraterna, nelle strutture pubbliche messeci gentilmente a disposizione dall’Amministrazione Comunale del Comune di Bagno di Ripoli, ospiteremo le centinaia di giovani che già si sono prenotati, e ci stiamo attrezzando per accogliere gli altri che in questi giorni continuano a chiedere di essere presenti”.

“Italia chiama Rio” è un’occasione di incontro, preghiera, riflessione, confronto, tra tanti giovani Cattolici d’Italia, ma anche della diocesi di Firenze e di San Miniato.

Momento centrale sarà la Veglia con il Santo Padre, in diretta sui maxi schermo che saranno prontamente allestiti.

Vario e articolato il programma delle giornate di Bagno a Ripoli: sono previsti momenti di preghiera, Celebrazione Eucaristica, Adorazione, condivisione, ascolto, accompagnamento, testimonianza delle opere che Dio ha compiuto nella vita di tanti giovani.

Nella serata di sabato 27 luglio, in programma un Festival animato dal Ministero Nazionale della Musica e del Canto, a cui seguirà proprio il collegamento video su maxischermo in diretta con Rio.

“Lo Spirito Santo non farà mancare per tutti i presenti gioia, comunione, amicizia, e infonderà nei cuori dei giovani una nuova forza per testimoniare ed evangelizzare i lontani – aggiunge Mario Landi. Italia chiama Rio: per vivere con coraggio la nostra fede e la chiamata di ogni credente ad annunciare il vangelo di Gesù con la gioia dello Spirito Santo”.

Intanto da Rio, dove si trova con una folta delegazione mondiale del RnS, il Presidente Nazionale, Salvatore Martinez così commenta queste giornate della GMG: “Papa Francesco non si smentisce. Il suo cristocentrismo, il suo dedicarsi con passione alla presentazione della persona di Gesù, della potenza del suo nome, della bellezza della sua vita, della novità del suo vangelo, dell’affidabilità della sua Chiesa, vengono esaltati in Brasile da una cornice di fede gioiosa e di fraternità davvero straordinari. Sin dal suo arrivo a Rio de Janeiro, nella sua prima dichiarazione, Papa Francesco ha manifestato essere queste le ragioni della sua presenza alla GMG. “Mettere Cristo”. Questa la prima consegna fatta ai giovani. Mettere Cristo per dare sapore alla storia umana e vittoria alla fede in Lui. Mettere Cristo e smettere di lasciarsi indebolire dallo spirito del mondo. Un messaggio semplice, diretto, accessibile a tutti, che mostra l’intelligenza pastorale di Papa Francesco. È palpabile e crescente, di ora in ora, l’affetto profondo che il suo passaggio suscita in tutti; ed è una grande benedizione per l’America Latina lasciarsi prendere per mano dal Papa argentino per vincere le tante contraddizioni umane e sociali che ancora persistono nelle società latino americane. È facile dire che dopo questa sua visita il Brasile non sarà più lo stesso”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login