Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Ad Assisi indicazioni Riforma Cei

Edizione del: 10 ottobre 2013

Secondo il quotidiano dei Vescovi italiani “Avvenire” ad Assisi il Papa ha dato delle indicazioni ai Vescovi italiani riguardo ai temi che maggiormente gli stanno a cuore e “sui quali si è stabilita fin dai primi giorni del suo insediamento sulla Cattedra di Pietro una precisa sintonia”.

“Pastorale di prossimità e di cura, specie dei più bisognosi, riflessione sulle forme della collegialità, revisione del numero delle diocesi e piena disponibilità alle indicazioni del Magistero Pontificio”.

“La visita che il Papa ha compiuto ad Assisi è una ulteriore conferma, dato che Francesco è stato accompagnato sulla tomba del Poverello da tutta la Chiesa italiana con la preghiera e da numerosi Vescovi della Penisola anche fisicamente, sotto la guida del Cardinale Presidente Angelo Bagnasco”.

Secondo Avvenire, “da questo punto di vista anche la notizia, giunta nei giorni scorsi, della proroga dello stesso Crociata nell’incarico che ricopre dal 20 ottobre 2008 si iscrive nella medesima scia”.

Anche la gratitudine esplicitata dall’Arcivescovo Crociata in un comunicato è espressione per Avvenire “dell’atteggiamento complessivo dell’Episcopato italiano. Episcopato da sempre specialmente legato alla Sede Apostolica, come anche di recente ha ribadito il Cardinale Bagnasco durante i lavori del Consiglio Permanente della Cei”.

“Si continuerà a lavorare dunque sui ‘laboratori’ aperti e sugli scenari di fondo dell’azione Pastorale”.

Secondo il giornale della Cei, “in questo senso la proroga stabilita dal Pontefice assicura che non venga a mancare continuità di azione fino a quando verranno prese altre decisioni. Siamo infatti in un momento cruciale del decennio che i Vescovi hanno deciso di dedicare al tema dell’educazione”.

Mentre “è già in avanzata fase di preparazione il Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze, che nel 2015 dovrà fare il punto e rilanciare su un tema decisivo come l’umanesimo Cristiano”.

Un argomento sul quale, precisa Avvenire, “Papa Francesco ha già fornito imprescindibili spunti di riflessione, con la messa in guardia rispetto sia alla autoreferenzialità e alla non partecipazione anche responsabilmente ‘Pastorale’ di tutto il ‘popolo di Dio’, laici, Religiosi e Religiose, sacerdoti, Vescovi, alla vita delle comunità parrocchiali e diocesane sia, su un piano più generale e ‘civile’, con il capovolgimento della cosiddetta ‘cultura dello scarto’, che tende a considerare gli uomini solo in virtù della loro ‘perfezione’ e produttività, eliminando invece dall’orizzonte sociale la vita nascente, declinante o comunque più povera e debole. Così come pure l’accento posto in tutte le occasioni, e da ultimo proprio venerdì 4 ottobre ad Assisi, sullo spirito di accoglienza di ogni marginalità e dei disagi esistenziali fornirà ulteriori elementi per la definizione di quell’umanesimo”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login