Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

A Modena Monastero scomunicato

Edizione del: 21 luglio 2013

L’Arcidiocesi di Modena e Nonantola interviene dopo l’inaugurazione del Monastero della “Chiesa Ortodossa d’Europa” a Serpiano di Riolunato, sull’Appennino, precisando in una nota che la figura che ne è a capo, “Padre Samuel”, si chiama Luciano Viti ed era sacerdote della Chiesa Cattolica di Pistoia, fino a quando è stato colpito da una scomunica “latae sententiae”.

“I sacerdoti, in particolare i parroci – si legge nella nota dell’Arcidiocesi di Modena e Nonantola – evitino di mettere a disposizione del detto sacerdote luoghi e strutture di proprietà della parrocchia o di Enti Ecclesiastici. Ravvisandone l’opportunità che – prosegue la nota – avvertano i fedeli e li esortino a disertare eventuali celebrazioni o riunioni promosse dal medesimo”.

“Qualora un battezzato nella Chiesa Cattolica aderisse ‘formalmente’ alla dottrina e al modo di vita del suddetto sacerdote – conclude il comunicato dell’Arcidiocesi – si porrebbe fuori dalla comunione Ecclesiale, incorrendo nella censura della ‘scomunica’ e delle conseguenze Canoniche previste dalla Legge Ecclesiastica”.

L’Arcidiocesi di Modena e Nonantola precisa anche che la scomunica riguarda anche “Sorella Michea”, operante nel Monastero di Serpiano, sempre per “addebiti circa errori riguardanti la fede e la dottrina professati dalla Chiesa Cattolica e perseverando in essi, nonostante i richiami del proprio Ordinario”.

Nei giorni scorsi, alcuni parroci del Vicariato del Cimone avevano precisato ai fedeli che il Monastero inaugurato era di fatto al di fuori della Chiesa Cattolica e di quella Ortodossa riconosciuta.

Anche la comunità Ortodossa “Tutti i Santi” di Modena, che fa capo al Patriarcato di Mosca, aveva preso le distanze da quanto professato nel nuovo Monastero.

“Questa presunta Chiesa Ortodossa non ha nulla a che vedere con noi”, aveva detto Padre Giorgio Arletti.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login