Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

50 anni Pacem in Terris

Edizione del: 29 settembre 2013

A 50 anni dalla Pacem in Terris la Santa Sede, celebrando questo straordinario documento di Giovanni XXIII, alza di nuovo la voce per denunciare i “nuovi colonialismi che si verificano mediante asservimenti finanziari e speculativi, delocalizzazioni deleterie per i Paesi ospitanti, sfruttamenti di terre e miniere da Parte di Stati o imprese straniere che, mentre non coinvolgono le popolazioni indigene nelle attività produttive, inquinano il loro ambiente”.

Secondo il Vescovo Mario Toso, Segretario del Dicastero Giustizia e Pace sono in atto “violazioni plateali dello Stato di diritto da parte di quegli stessi Paesi che lo hanno codificato nelle loro costituzioni”.

“Oggi – ha rilevato il Vescovo Salesiano presentando le iniziative celebrative dell’Enciclica giovannea – si hanno Paesi che, mentre vedono sensibilmente diminuita la loro capacità di fissare le priorità dell’economia e di incidere sui dinamismi finanziari internazionali, nonché su altre questioni vitali e globali, tra cui l’accesso all’acqua potabile per tutti, l’equa distribuzione delle risorse energetiche, la sicurezza alimentare, il controllo del fenomeno di migrazioni bibliche, legiferano puntigliosamente su temi etici e bioetici senza tener conto della legge morale naturale, fondando spesso le rivendicazioni su antropologie indifferenziate”.

Secondo Toso, “forse solo a 50 anni di distanza si può apprezzare pienamente la visione profetica dell’Enciclica indirizzata da Giovanni XXIII ai fedeli di tutto il mondo, nonché a tutti gli uomini di buona volontà, sulla pace fra tutte le genti nella verità, nella giustizia, nell’amore, nella libertà”.

“Questa Enciclica – ha concluso – ha offerto una struttura di pensiero e di progettualità politica che ha fatto sì che la Chiesa e i credenti si impegnassero nelle questioni sociali, per gli anni che sarebbero venuti, con una capacità di visione e di proposta davvero universale”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login